L'ambiente di esecuzione pre-avvio consente ai computer di una rete di richiedere automaticamente un indirizzo e un file di avvio su una rete quando si accendono. Lo scenario viene avviato dal chip sulla scheda di rete su ciascun computer, che invia un messaggio di trasmissione nella speranza che un server PXE lo raccolga e risponda con i dettagli di impostazione richiesti. Più server PXE possono causare problemi. Tuttavia, ci sono soluzioni alternative.

Schermo piatto e tastiera del computer - vista laterale

PXE Elements

PXE si affida ad altre due tecnologie per fornire ai computer in rete le loro procedure di avvio. Il compito del server PXE è indirizzare la richiesta verso un server DHCP e un server Network Bootstrap Program o NBP. La consegna di NBP richiede che il computer di rete disponga di un indirizzo IP e che la prima fase del sistema PXE garantisca l'uso di un indirizzo IP utilizzando il Dynamic Host Configuration Protocol. L'indirizzo IP è specificato dal protocollo Internet. Molte reti utilizzano gli indirizzi IP per il proprio sistema di indirizzamento interno.

DHCP

PXE è un adattamento di DHCP, che garantisce un indirizzo IP a un computer con un contratto di locazione che scadrà. La specifica DHCP consente l'esistenza di più di un server DHCP. Le procedure PXE sono eseguite da messaggi di richiesta DHCP modificati, quindi perché non potrebbe esserci più di un server PXE?

Detrazioni su più server

Il motivo principale per cui non sono raccomandati più server PXE è perché il processo inizia con un messaggio di trasmissione dal computer applicativo, che viene ricevuto da tutti i computer della rete. Se sulla rete è disponibile più di un server PXE, tutti potrebbero rispondere e avviare il processo di notifica causando collisioni, congestioni e confusione. Un altro motivo per preferire una singola configurazione del server PXE è che non sono necessari più server. Un amministratore di rete può pensare di aver bisogno di un server PXE diverso per ogni tipo di computer in esecuzione sulla rete. Tuttavia, la prima fase di PXE, l'assegnazione di un indirizzo IP, è un requisito comune per tutti i computer della rete. Le richieste possono essere inviate a diversi server NBP impostando valori diversi per il Tipo di server di avvio nella richiesta originale.

Soluzione a più server

Tre metodi di configurazione dei server consentono a più server PXE di funzionare correttamente. Innanzitutto, se la rete è suddivisa in sottoreti, la richiesta di trasmissione si estenderà solo ai computer sulla stessa sottorete e così molti server PXE possono coesistere se ciascuno si trova su una sottorete diversa. Una seconda soluzione è possibile con software server come Microsoft System Center Configuration Manager. Questo software server PXE consente a ciascun server di ricevere un ritardo prima di rispondere alle richieste. Ciò consente ai server PXE secondari di fungere da backup per un server primario. Altri software server PXE, come Symantec Altiris PXE Server, consentono di nominare un server come "Master" e altri come "slave". Ciò relega inoltre tutti i server tranne uno allo stato del server di backup. Un'ultima opzione è quella di impostare il filtro degli indirizzi MAC sul server PXE. Ciò indica a ciascun server di accettare richieste solo da un elenco di indirizzi di computer, assegnando così ciascun server PXE a un diverso gruppo di computer.