I file video vengono spesso visualizzati su un dispositivo informatico, come un laptop o un computer desktop, dopo che il file è stato trasferito da un altro dispositivo dotato di USB, come una videocamera digitale. Puoi anche guardare un file video su un dispositivo mentre è in streaming da un altro dispositivo tramite una connessione USB. Al momento della pubblicazione, la tecnologia USB esiste in tre forme, ognuna delle quali trasferisce i dati a velocità diverse.

Cavo USB su sfondo bianco

Tecnologia USB

La tecnologia del bus seriale universale è entrata in scena nel 1996 con l'introduzione di USB 1.0. Inizialmente utilizzata solo su un numero limitato di computer, con l'arrivo dell'iMac di Apple nel 1998, la tecnologia ha suscitato maggiore interesse. USB 2.0 è stato introdotto nel 2000 e 3.0 nel 2007 è la tecnologia USB più recente e più veloce disponibile. Mentre la maggior parte dei computer contiene porte non USB progettate per collegarsi ad altre periferiche, come modem e prese di corrente, le porte USB si distinguono per le loro forme rettangolari. Le porte non USB sono disponibili in diverse forme, come circolare e trapezoidale.

Velocità di trasferimento dati

Lo standard USB 1.0, che include il protocollo USB 1.1, trasferisce i dati fino a 12 megabit al secondo, paragonabili alle velocità DSL. Lo streaming video su una connessione standard USB 1.0 o USB 1.1 è anche soggetto alla riproduzione discontinua o stop-and-go comune con DSL. Lo standard USB 2.0 trasferisce i dati fino a 480 Mbps, più veloce delle connessioni Internet via cavo che possono raggiungere velocità fino a 150 Mbps. Mentre gli standard USB 1.0 e USB 2.0 sono classificati come protocolli di trasferimento dati ad alta velocità, lo standard USB 3.0 è designato come superveloce ed è in grado di trasferire dati fino a 5 megabyte al secondo.

limitazioni

Mentre ciascuno degli standard USB è in grado di supportare lo streaming di contenuti video su una connessione USB, una varietà di situazioni può causare problemi di riproduzione. Ad esempio, se si utilizza un computer più vecchio per guardare video in streaming, il processore della macchina potrebbe non essere in grado di elaborare rapidamente i dati video, causando problemi di riproduzione con lo standard USB 1.0. L'esecuzione simultanea di più applicazioni può anche causare problemi di riproduzione di video in streaming occupando la potenza e le risorse del processore del computer.

Come trasmettere video

Puoi trasmettere video in streaming sul tuo personal computer collegandolo a un dispositivo su cui è contenuto il contenuto video tramite un cavo USB. Collegare i connettori USB al computer su un'estremità e al dispositivo periferico sull'altra. Una volta stabilito questo collegamento, le applicazioni necessarie per visualizzare automaticamente il contenuto in streaming. Al momento della pubblicazione, la maggior parte dei computer di fascia medio-bassa, come il Dell Inspiron 17R, sono dotati di tecnologia USB 2.0 e USB 3.0, mentre i modelli di fascia alta, come il Lenovo ThinkPad W520, sono dotati di USB Solo connettività 3.0.

Suggerimenti

Se hai intenzione di guardare video in streaming ma hai solo una connessione USB 1.0, trasferisci il file su un computer per guardarlo dal disco rigido interno o da un'unità esterna, poiché il protocollo USB 1.0 è il più vulnerabile ai problemi di velocità di trasferimento dei dati che portano al video problemi di riproduzione. Guardare il file video sul dispositivo su cui è stato registrato può anche aiutare a eliminare eventuali problemi di riproduzione. Metodi alternativi accelerati per il trasferimento di dati tra dispositivi informatici includono Firewire e Thunderbolt, che offrono entrambi la possibilità di guardare video in streaming. Firewire trasferisce i dati fino a 800 Mbps, mentre Thunderbolt è in grado di raggiungere velocità fino a 10 gigabit al secondo.