I cavi coassiali trasportano una serie di informazioni video, provenienti da sistemi via cavo, satellitari e di antenna. La divisione di questi segnali si ottiene principalmente attraverso splitter, diplexer e prese di segnale. Funzionano in diversi modi chiave, consentendo di installare i cavi coassiali in modo da supportare le esigenze di distribuzione del segnale con una perdita minima del segnale.

23.634.169

rubinetti

I rubinetti coassiali sono dispositivi a bassa perdita utilizzati per alimentare più televisori o decodificatori decoder in un determinato spazio. Luoghi comuni per l'uso del rubinetto coassiale sono in scuole, aziende e ambienti di caserme in cui più schermi devono essere alimentati da una fonte di segnale comune. Il cavo coassiale proveniente dalla sorgente è chiamato linea del tronco, avvitato all'ingresso del rubinetto dove il segnale subisce circa 1 decibel di perdita del segnale. Ogni televisore è quindi collegato al rubinetto. Il dispositivo di tocco include un tratto di output, che porta a un altro tocco e così via. I rubinetti hanno vari livelli di attenuazione, con il dispositivo di attenuazione più alto installato per primo, riducendo gradualmente la catena.

Splitters

Gli splitter sono considerati più di un dispositivo "senza uscita", in cui un singolo feed dal feed esterno viene diviso un certo numero di volte. A differenza di un tocco, il segnale subisce 3,5 decibel di perdita. Gli splitter sono generalmente limitati a quattro uscite per evitare perdite eccessive. È importante non "impilare" gli splitter, poiché questa perdita è additiva. Una volta che un segnale perde circa 12 decibel di segnale, molto spesso il decodificatore o il sintonizzatore non è in grado di ricostruire l'alimentazione originale.

diplexer

I diplexer sono in effetti "splitter inversi" usati per combinare e suddividere i segnali. Comunemente utilizzati per unire le uscite dell'antenna e dell'antenna parabolica per il funzionamento su una singola alimentazione, i diplexer vengono utilizzati in installazioni che sfruttano i cavi coassiali esistenti. Questi semplici dispositivi sono adatti sostituti per una seconda corsa coassiale. Tuttavia, è necessario utilizzare un secondo diplexer nella scatola del decodificatore, separando i segnali del satellite e dell'antenna in due feed separati che conducono al decodificatore.

Splitter amplificati

Gli splitter amplificati sono dispositivi che incorporano un booster integrato, utilizzando l'alimentazione CA. Questi dispositivi hanno spesso un potenziometro regolabile, che consente all'utente di aumentare o ridurre la quantità di segnale dal ripetitore, se necessario. Questi dispositivi mitigano gli effetti di più suddivisioni e cavi coassiali più lunghi che superano i 200 piedi, dove le perdite di solito testano i limiti del segnale.