Il collegamento degli altoparlanti è un argomento preferito per il dibattito degli audiofili. Alcuni cantano le lodi del suono di cavi speciali, mentre altri sostengono che solo il calibro corretto sia importante. Quando si tratta del National Electrical Code, il cavo per gli altoparlanti montato su pareti e soffitti deve essere valutato per le prestazioni in caso di incendio. CL2 e CL3 indicano la conformità agli standard Underwriters Laboratory, che a loro volta determinano l'idoneità di ciascun cavo per l'uso con il NEC.

23.530.525

Designazione del cavo CL

I cavi dei diffusori CL2 e CL3 sono adatti per installazioni a parete. Sebbene i codici NEC non si riferiscano specificamente all'uso dell'home theater, si riferiscono al filo multiuso utilizzato per i circuiti di controllo remoto, segnalazione e potenza limitata. Underwriters I test di laboratorio richiedono che un cavo superi uno dei due test UL, selezionati dal produttore, con danni risultanti entro i limiti specificati. Ogni test prevede test di fiamma e valutazione del danno al filo che ne risulta.

Specifiche di tensione

Mentre CL2 e CL3 devono superare gli stessi test per la certificazione, la differenza principale tra i due cavi sta nella massima gestione della tensione. Il cavo CL2 deve accettare una tensione massima di 150 volt, mentre CL3 gestisce fino a 300 volt. Entrambi sono adeguati per la maggior parte delle installazioni di altoparlanti e CL3 può essere usato al posto di CL2, sebbene CL2 non possa essere usato se è richiesto CL3.

Denominazioni CLP e CLR

Perfezionamenti della classe di filo CL, i suffissi P e R vengono utilizzati per indicare il filo utilizzato per applicazioni particolari. Il filo CLP deve essere utilizzato in percorsi di cavi attraverso spazi del plenum, come lo spazio tra il controsoffitto reale e sospeso, dove tale spazio è utilizzato nel sistema di ventilazione, di solito come un ritorno d'aria. L'isolamento del filo deve essere tale da non emettere gas nocivi durante la combustione, per prevenire la tossicità in un'altra area servita dallo stesso gestore di aria. La classificazione CLR si riferisce alle applicazioni "riser", quando il cavo deve passare attraverso un pavimento per un'altra storia di un edificio.

Designazione CLX

CLX identifica un filo di qualità inferiore. Sono disponibili valori nominali di tensione sia CLX2 che CLX3. Questa designazione è ampiamente utilizzata per descrivere un cavo adatto all'uso residenziale con canalette o in installazioni non nascoste. Sebbene la gestione della tensione sia sufficiente per il compito del cablaggio degli altoparlanti, la resistenza e la durata della classe CLX possono richiedere ulteriore cura e protezione. I risparmi sui costi di questo tipo di cablaggio devono essere valutati rispetto alla difficoltà di riparazione o sostituzione.