Al giorno d'oggi quando fai shopping al computer, sei inondato di specifiche come la velocità del processore, la RAM e la capacità di archiviazione - e se stai acquistando uno smartphone, sembra che ogni produttore abbia una sorta di espediente per lo schermo pesante come un gergo, come un Quad HD Display Super AMOLED. Ma non trascuriamo i monitor sui nostri desktop e laptop. Sebbene spesso non ottengano la stessa quantità di tempo sullo schermo dei dispositivi portatili, un'intera gamma di diversi tipi di monitor ha funzionato come le nostre finestre nel mondo digitale per oltre 40 anni.

Area di lavoro al muro di mattoni in ufficio

All'inizio

Mentre alcuni dei primi computer domestici, come lo Sinclair Spectrum e quelli di Commodore, utilizzavano i televisori come display visivi, i personal computer compatibili con Apple II e IBM hanno reso il monitor un accessorio di home computing standard negli anni '70 e '80.

Questo primo tipo di monitor, come i televisori a tubo della vecchia scuola, utilizzava i tubi a raggi catodici (CRT) per generare un'immagine. CRT proietta un'immagine su uno schermo di vetro quando gli elettroni colpiscono un tubo pieno di gas (da cui il termine "tubo TV" o "guardare il tubo"). In questi giorni, i monitor dei computer erano monocromatici, in genere neri con testo verde, arancione o bianco. Hanno anche usato display a matrice di punti in grado di visualizzare solo testo o immagini grezze fino alla fine degli anni '80, quando hanno introdotto monitor CRT con risoluzioni fino a 1024 x 768 pixel in grado di visualizzare immagini a colori.

Schermi LCD

Se stai guardando un monitor desktop o portatile in questo momento, è probabile che tu stia guardando uno schermo LCD (display a cristalli liquidi). Con un profilo molto più sottile e uno schermo piatto rispetto alla leggera curva dei CRT, i monitor LCD utilizzano migliaia di molecole di cristalli liquidi che rispondono a una carica elettrica per visualizzare un'immagine.

Sebbene la tecnologia LCD risalga agli orologi e alle calcolatrici degli anni '70, non ha ottenuto la proliferazione mainstream come tecnologia di monitoraggio dei computer fino ai primi anni 2000, quando i consumatori hanno iniziato a optare per il profilo a basso consumo e il risparmio di spazio design di LCD su CRT in massa. L'aumento dell'LCD ha anche dato origine a display ad alta definizione (HD), definiti come display da 1.280 per 720 pixel. I monitor Full HD raggiungono i 1.920 per 1080 pixel e i display 4K dispongono di 3.840 per 2.160 o 4.096 per 2.160 pixel. E sì, 8K è una cosa: questi monitor vengono visualizzati a 7.680 per 4.320 pixel.

I progressi nella tecnologia dei display LCD hanno visto l'arrivo di monitor LED (diodi emettitori di luce). Questi tipi di monitor sono display LCD che utilizzano retroilluminazione a LED anziché luci fluorescenti. Ciò rende i monitor a LED più efficienti dal punto di vista energetico, più snelli e con maggiori probabilità di avere una frequenza di aggiornamento più elevata - la velocità con cui l'immagine sullo schermo si aggiorna da sola - rispetto agli schermi LCD.

Monitor specializzati

I display dotati di touchscreen su desktop, laptop e computer convertibili hanno iniziato ad apparire comunemente dopo la proliferazione di smartphone e tablet, sebbene la tecnologia touch sia in circolazione dalla metà degli anni '60.

Alcuni produttori moderni offrono monitor per PC curvi, che mirano ad aumentare l'immersione, ridurre l'affaticamento degli occhi e aumentare il campo visivo dell'utente. Ciò li ha resi particolarmente attraenti per i giocatori, che spesso optano anche per monitor con frequenze di aggiornamento elevate: maggiore è la frequenza di aggiornamento, più veloce è il tempo di risposta dalla pressione del pulsante all'azione sullo schermo.

Altre opzioni di monitoraggio includono i monitor LCD IPS (in-plane switching), che offrono angoli di visualizzazione e riproduzione dei colori migliori rispetto ai monitor LCD comuni (che utilizzano la tecnologia TN, o nematica attorcigliata). Un monitor LCD VA (allineamento verticale) offre una via di mezzo tra i due, sia in termini di prezzo che di riproduzione del colore.